gian luca sfriso foto

Ha compiuto gli studi musicali al Conservatorio B.Marcello dove si è diplomato con il massimo dei voti e la lode sotto la guida di Gabriella Ghiro, perfezionandosi in seguito con Gino Gorini e per la composizione con Ugo Amendola.
Nel 1988 ha vinto il II° premio e una borsa di studio al Premio Venezia e ha partecipato a un corso di perfezionamento con J.Achucarro in Spagna.
Su invito della Fondazione Malipiero ha partecipato al progetto di incisione integrale dell’opera pianistica malipieriana per la Ares di Verona.
Ha tenuto numerosi concerti sia in qualità di solista sia nelle più diverse formazioni cameristiche riportando sempre successo di pubblico e di critica. Ha frequentato masterclasses di musica da camera con F.Rossi, D.Asciolla e G.Carmignola del quale è stato collaboratore pianistico ai corsi di perfezionamento a Belluno nel 1991.
Ha suonato con l’orchestra Sinfonietta Veneta ( dir. E.Gracis )in occasione del concerto omaggio a Gino Gorini presso le sale apollinee del Teatro La Fenice e con l’Orchestra di Padova e del Veneto.
Nel 1996 ha eseguito in duo pianistico al festival ‘900 di Trento“ The little sweep “ di B.Britten, co-prodotto dal teatro La Fenice e dal Conservatorio di Venezia.
In duo con il violinista Stefano Pagliari ha frequentato masterclasses con Franco Gulli a Trieste, all’Accademia Chigiana con R.Brengola e per tre anni all’Accademia musicale di Firenze con Pier Narciso Masi studiando sotto la sua guida anche il repertorio solistico.
Ha partecipato a tourneès con l’Orchestra d’archi Italiana suonando con Giuliano Carmignola, Stefano Zanchetta , Markus Stockhausen con cui ha registrato per Rai Radio3 il Concerto di Jolivet per pianoforte tromba e archi . Sempre con l’Orchestra d’Archi Italiana ha eseguito, e registrato per Rai Radio3, con l’Orchestra d’Archi Italiana “Diplipito” di G.Kancheli assieme a Mario Brunello, Emanuele Segre e Claudio Cavina sotto la direzione di Gunther Pichler alla presenza del compositore.
Suona in duo con la violoncellista Aya Shimura e assieme hanno studiato per alcuni anni con Franco Rossi .
Nel corso del 2003 il duo si è esibito con successo nella rassegna “I nuovi Interpreti” del Bologna Festival e al ”Festival delle Nazioni “ di Città di Castello.
Con Mario Brunello e un ensemble dell’ Orchestra d’Archi Italiana ha suonato per l’ inaugurazione (sett.2006) del Teatro Naturale di Arte Sella (TN) eseguendo SPASIMO di Giovanni Sollima nella versione originale per violoncello, trio d’archi, percussioni e tastiera elettronica, replicato nel 2010 per il Festival Internazionale di Stresa, e nel 2011 per la stagione della Scarlatti a Napoli
Con la contralto Giovanna Dissera Bragadin ed il baritono Giuseppe Piazza ha eseguito, nell’ottobre 2010 presso il palazzo veneziano di Ca’ Rezzonico, l’integrale del ciclo mahleriano Des Knaben Wunderhorn.
Nel 2012 ha suonato al Teatro Olimpico di Vicenza per lo spettacolo “ Chanson en scene “ ideato da Marco Bellussi , con il baritono Giuseppe Piazza.